Blog

20 Nov

Sembra ieri che iniziavano gli allenamenti primaverili e invece siamo già al dunque, o quasi...

Un'estate passata in fretta quindi buon segno. Tutto è filato liscio, le ore di allenamento, i test e i rinnovi con gli sponsor tecnici… Rossignol in primis. Sarà ancora la casa francese a mettere sotto i miei piedi gli sci più performanti e i più adatti alle mie caratteristiche. Non solo, nel pacchetto Rossignol infatti sono compresi anche scarpe e bastoni che dopo svariati test estivi sono arrivati a un decisamente buon livello. A proposito di conferme anche la Rudy Project continuerà a seguirmi con occhiali che sono ormai più che una garanzia. Ma dopo le conferme c'è una novità annunciata qualche tempo fa: i guanti che indosserò saranno marchiati Sportful, azienda italiana che tanto da allo sci di fondo tricolore a cominciare dal sostegno alla Fisi e ai Gruppi Sportivi Militari e della quale sono un fiero ambasciatore.

A proposito di sponsor tecnici però non posso non ringraziare Baroli Sport e Cicli Lucchini per il sostegno che mi hanno dato negli allenamenti estivi, non basta più essere al top solo d'inverno, la differenza la si fa anche d'estate!

19 Nov

Ormai tutti gli appassionati degli sport invernali lo hanno saputo, quest’anno la Fisi si veste di rosso!

Dopo l’esperienza Black della passata stagione (con la parentesi retrò Kappa anni’80 delle divise olimpiche) la Federazione ha deciso di lasciare ancora da parte il tradizionale azzurro dell’Italia sportiva e lanciarsi con un colore decisamente più inusuale per la tradizione sportiva italiana. Sono infatti passati dieci anni dall’ultima stagione in cui lo sci di fondo ha vestito di rosso i suoi atleti e ancora di più da quei tentativi di stile anni ’90 rosso misto azzurro, misto giallo misto tutto. Di certo il ritorno al rosso di quest’anno non ha niente a che vedere con quello di quegli anni, il design semplice ed essenziale del mono-colore, e soprattutto la vestibilità aderente e perché no, aerodinamica Sportful fanno si che si possa accostare questa scelta a un colore che nella storia dello sport veloce (motori su tutti) ha visto l’Italia dominare a livello mondiale: il Rosso Corse.

Si, in effetti, non sono questi gli anni giusti per imitare le performances degli sport dei motori, ma alla fine che sia Black, Azzurro, Retro’ o Rosso Corse l’importante è sempre dare il massimo e in questo caso cercare di confonderci con i diavoli rossi norvegesi! ;-)

8 Gen

Ciao amici!

Purtroppo non sono stati giorni facili e felici quelli da poco trascorsi, la sera del 2 gennaio è mancata dopo due anni di malattia la nonna di Greta il che ci ha visti poco impegnati sui social e sul sito nonostante le tante belle soddisfazioni sportive che però ovviamente sono state messe da parte per lasciare spazio ai ricordi di una persona molto importante che purtroppo ci ha lasciati. Adesso però, come è giusto che sia, abbiamo voltato pagina consapevoli di avere dentro di noi una spinta in più da parte delle nostre due nonne che entrambe ci hanno lasciati nel giro di un anno.

29 Gen

Ormai ci siamo... da domani scatta il 'coprifuoco olimpico'!

Domani, 30 gennaio 2014, come da regolamento CIO (comitato olimpico internazionale), scatta il cosiddetto 'coprifuoco olimpico' che durerà fino al 26 febbraio 2014.

23 Dic

Trasferta deludente quella che si è conclusa ieri, sulle 'nevi' di Asiago. Sabato Sprint Tc e oggi TeamSprint sempre in tc. Che la condizione non era ancora quella ottimale lo sapevo, che in classico noi italiani facciamo 'geneticamente' più fatica anche, ma non sono solo questi fattori ad aver reso questo weekend a dir poco deludente.

12 Gen

Ancora podio, ancora secondo... Questa volta ci credevo proprio, più ancora di Oberhof, più ancora di Lanzerheide. E invece niente da fare, ho trovato ancora una volta un avversario più forte di me: un altro frutto del calderone russo, Sergey Ustiugov. Avversario che continuerà a darmi filo da torcere per molto molto tempo. Ieri Imbattibile in qualifica (4 secondi al secondo) ma non nelle fasi finali, l'ho testato in semi e credevo di potercela fare in finale quando mi sono trovato solo sulle sue code in cima alla salita. E invece la fretta di provare a passarlo mi ha spinto troppo largo nell'ultima curva facendomi perdere metri anziché guadagnarli. (clicca qui per rivedere la finale: finale Nove Mesto)

Pagina 1 di 7